apr 01 2012

Straziante meravigliosa bellezza del creato

“Vanno, vengono, ogni tanto si fermano
e quando si fermano sono nere come il corvo, sembra che ti guardino con malocchio.
Certe volte sono bianche e corrono e prendono la forma dell’airone o della pecora o di qualche altra bestia… Ma questo lo vedono meglio i bambini che giocano a corrergli dietro per tanti metri”

Fabrizio De Andrè

.

Millefoglie crema e fragole

.

Alla fine, piano piano, la Primavera ritorna sempre. Ma, badate bene, non è mai così scontato: fino a qualche settimana fa, Pianaccio sembrava sospeso in uno spazio surreale, un bianco e nero d’altri tempi, un silenzio di ghiaccio e occhi stretti. Poi, proprio oggi, con la luce meravigliosa di una giornata di sole, si è alzato un vento sgarbato e rabbioso che ha portato via con sé più di quello che doveva… Si dice che la vita è comunque più forte, che lo spettacolo potente della Natura ci sorprenderà di nuovo. Basta guardare bene tra i rami secchi e le foglie morte.

Tra le nostre nuvole barocche… aspettiamo che i primi fiori riconquistino la terra.

.

sci Corno - Aprile Maggio 006

 

Alla Locanda fervono i preparativi per la Pasqua e per l’arrivo della bella stagione. Irene e Marco Valerio lavorano alacremente in cucina, Marina prepara con cura le stanze, io servo in tavola e osservo il cielo: dopo una giornata di fatica, il quotidiano e frenetico andare e venire, le ombre lunghe di una sera che arriva sempre un po’ più tardi, mi sembra quasi di aver capito, di averlo infondo sempre saputo… Nel vorticoso nascere e morire di ogni cosa, mi sembra di poter sgranare gli occhi, poi sorridere come il Totò di Pasolini:

“Che cosa sono le nuvole?”

“Mah!…”

“Straziante meravigliosa bellezza del creato”

 

Pianaccio è una favola...

A Gabriella, con affetto.
Matilde

Commenti disabilitati

Comments are closed at this time.