feb 18 2008

Fiammineda

C’era una volta un Re che voleva abitar nel punto più alto della Valle,
ma si fermò prima, accanto al fuoco dei boscaioli, per ammirar la Fiamma e viver in pace…

Fiammineda

Proseguendo da Pianaccio Vecchio, il sentiero sale dolcemente lungo il crinale della montagna: è la sola via per Fiammineda. A poche decine di metri dalle case, resta il vecchio lavatoio, colmo d’acqua, che oggi sembra perdersi tra i rami di castagno e i rampicanti: a porgere l’orecchio sembra ancora di sentir lo sbatter di panni e i brusio delle chiacchere che allora gareggiavano con lo scorrere del tempo.

fiammineda
Il sentiero prosegue pianeggiante fino al ponte per poi salire più ripido per qualche decina di metri e giungere infine a Fiammineda, un borgo antico, di cui oggi restano pochi ruderi.

fiammineda

Il fascino però è immutato: l’edera ricopre mura e steccati, la pineta si apre al vostro passaggio lasciando intravedere la cascata poco distante, il silenzio è sovrano.

fiammineda

Commenti disabilitati

Comments are closed at this time.