Feb 17 2008

Enzo Biagi

Published by matilde at 15:49 under Affettati di Suino, Antipasti della Locanda, Bice Biagi, Bruschette Montanare, Buffet, Cartoccio, Crescentine Gentilini, Crostini Rustici, Enzo Biagi, Formaggi, Funghi Porcini, Gentilini, Gianni, Gianni Gentilini, Giornalismo, Irene Gentilini, Italian Apennines, Marina, Pianaccese, Polenta Fritta, Salmerino, Silla, aceto balsamico, acque limpide, affettati, affettati misti, alimenti genuini, allevamento, amaretti, amici di pianaccio, antica locanda alpina, antica tradizione, appennino tosco-emiliano, approfondimento, bellezza, biscotti, bontà, borlenghi, boscaioli, bruschette, cacciatori, caffé, cantare, caramello, carbonai, casa, castagnaccio, castagne, ciacci, cibo genuino, cioccolato, cioccolato fuso, ciotole, cliente, contorni, corno alle scale, crema di nocciole, cremosa, crescentine, croccanti crostini, crostini, cucina, cucina casalinga, cucina contadina, cuoca, delizie, delizioso, divertimento, dolci, due spaghi, espezzatino di Cinghiale, famiglia, famiglia gentilini, family, famoso, farina di Castagne, farro, fatte in casa, fichi, filetto ai porcini, formaggi freschi, formaggi locali, formaggi stagionati, fragranza, fratelli pedrini, fresca, frittelle dolci, fritto misto, frutti di bosco, fumante, funny, gelato alla Crema, genuine wine, genuino, giornata, goloso, gusto, gustoso, ideale, industriale, ineguagliabile, inzuppare, italian wine, lampone, lavoro, legno, liquori, lizzano in belvedere, locanda, maltagliati, mamma Marina, marmellate, minestra di verdure, mitico, montagna, more, mountain bike, occasioni speciali, olio d'oliva, onore, ordinazione, pane tostato, panorama, parco regionale del corno alle scale, passeggiate, pasta, pasta e fagioli, pasta fatta a mano, pasticcini, patate al forno, pepe, pepe verde, percorsi, pernottamento, pesce locale, pezzetti, pianaccio, pianaccio.com, pianaccio.it, piatto antico, piatto preferito, piste da sci, polenta, polenta e cinghiale, porcini, prantichi, profumo, proprietà terapeutiche, provenienza, prugne, ragù, ristorante, salsiccia con porri, sangue, sapori e gusti di una volta, sci, secret apennines, semifreddi, ski, slow food, snowboard, sottaceti, spaghi, specialità, specialità montanare, spezie, spring, squisito, stagione, strigoli alla boscaiola, sugo, tagliatelle al Cinghiale, tagliere, taglieri, tagliolini, tartufo, terracotta, tigelle, torrente, torte, tortellini fatti in casa, tortellini in brodo, tortelloni, tortelloni con Funghi Porcini, tradizionale, tradizione, tradizione montanara, trekking in italy, trota salmerino, umido, umido di salsiccia, unico, vanto, vecchi stampi, verdure, verdure miste, vino, virgilio pedrini, week-end, zona, zuppa

Enzo Biagi ha qui la sua casa natale e la sepoltura accanto ad amici e parenti.

Ingresso in Paese

Di Pianaccio ha scritto: “Non credo che il mio Paese sia segnato nelle mappe: neppure il nome richiama una benevola attenzione. Una volta, a Berlino Est, trovai un’antica mappa dell’Appennino e Lizzano in Belvedere veniva chiamato Lizzan Matto.

Credo che un po’ di follia ci sia davvero nella mia gente: chissà cosa li ha spinti a rifugiarsi in fondo ad una piccola valle, circondata, quasi in maniera ossessiva, dalle montagne. Chissà chi erano i miei antenati, che si rassegnarono a una vita da banditi: mi piace pensare a dei fuggiaschi, perseguitati per qualche nobile causa, che vennero a nascondersi quassù, con qualche straccio, qualche pignatta e molti bambini. Vivevano di castagne, seminavano la segale, emigravano a tagliar boschi o con le pecore durante l’inverno: e a primavera, annunciati dall’abbaiare dei cani, ritornavano i pastori e i carbonai. Pianaccio é la mia infanzia e il mio mondo: ho girato per mestiere un po’ dappertutto, ma non mi sembra di essere mai stato lontano dalla Piazza: rimpiango soltanto il tempo in cui c’era un ombroso pero, che d’Estate dava frutti dolcissimi (…).

Ero un giovane cronista quando scrissi un articolo sul mio paese: lo intitolarono Pianaccio è una favola (…). Non è che un piccolo borgo ma se si legge la lapide sulla facciata della chiesa con i nomi dei caduti, si capisce che rispecchia, nel bene e nei drammi, la storia d’Italia…
di Enzo Biagi, da Pianaccio in Cartolina a cura di Marco Cavagnino, Libreria Naturalistica 1995

Comments are closed at this time.

Trackback URI |